Back_to_school_Cindy_Schultz_Flickr.jpg

Presentazione del plesso

Situata nella zona Est della città, la scuola primaria Domenico Savio si caratterizza come scuola di quartiere con la Chiesa e il campo da calcio vicini.

Si trova in via Tosi tra corso Volta e Corso Casale. A fianco della scuola si trovano i “Giardini della Pace”, vero e proprio luogo di ritrovo di tutti i bambini della zona e intitolati così proprio dagli alunni della Domenico Savio qualche anno fa.

All’interno della struttura è presente la zona mensa che è gestita dalla ditta “Alessio” di Asti e altri locali comuni: la palestra, l’aula LIM, la biblioteca e un’aula di psicomotricità usata soprattutto nelle prime classi.

La struttura è ampia e luminosa ed è stata rinnovata completamente una decina di anni fa .

 

Domenico Savio: cenni sul personaggio

Domenico Savio è l'angelico alunno di San Giovanni Bosco, nato a Riva presso Chieri (Torino) il 2 aprile 1842, da Carlo Savio e da Brigida Gaiato. Trascorse la fanciullezza in famiglia, circondato dalle cure amorevoli del padre che faceva il fabbro e della madre che era una sarta. 

Il 2 ottobre 1854 ebbe la fortuna d'incontrare Don Bosco, il grande apostolo della gioventù, il quale subito «conobbe in quel giovane un animo secondo lo spirito del Signore e rimase non poco stupito, considerando i lavori che la grazia divina aveva già operato in così tenera età». 

Domenico Savio chiuse la sua breve esistenza a Mondonio, il 9 marzo 1857, a soli 15 anni. Con gli occhi fissi in una dolce visione, esclamò: «Che bella cosa io vedo mai!». 

La fama della sua santità; suggellata dai miracoli, richiamò l'attenzione della Chiesa che lo dichiarò eroe delle virtù cristiane il 9 luglio 1933; lo proclamò Beato il 5 marzo 1950, Anno Santo; e, quattro anni dopo, nell'Anno Mariano, lo cinse dell'aureola dei Santi (12 giugno 1954). La sua festa si celebra il 6 maggio.